venerdì 16 febbraio 2018

Passa in farmacia! ovvero: il Banco Farmaceutico

Sabato 10 febbraio ho investito un paio d'ore del mio tempo in una farmacia.


Nessun problema di salute, anzi: ho deciso di rendermi disponibile per la raccolta dei farmaci a favore delle fasce di popolazione che non riescono ad accedervi, e che invece in questo modo potranno usufruirne tramite gli Enti assistenziali della propria città.


Ogni Ente viene convenzionato ad una o più farmacie in cui sono raccolti esclusivamente farmaci senza obbligo di prescrizione.



A parte la sensazione di star facendo qualcosa di buono anziché andare in giro per shopping, è stato bello vedere come molte persone siano disponibili a donare anche poco del loro denaro per aiutare gli altri.



E' proprio vero: i TG ci mostrano sempre solo la parte brutta dell'umanità, mentre in realtà c'è in giro molta più gente buona di quella cattiva.




A riprova di questo, pubblico qui i risultati della giornata, e senza presunzione li commento un po':

 
la prima cosa che salta all'occhio è il valore dei farmaci raccolti... niente affatto male per essere un sabato di Carnevale!



Quello che mi ha resa più felice invece è stato constatare che negli anni il valore della raccolta sia via via aumentato... e non solo!
Osservando per benino le colonne, si nota che il numero dei farmaci è diminuito, contrariamente al valore delle donazioni: questo significa che i clienti non sono stati disponibili a comprare solamente creme all'ossido di zinco e cerotti, ma che certe malattie della pelle come i funghi, certi farmaci più costosi come gli sciroppi per la tosse e gli antidolorifici per il ciclo mestruale hanno finalmente assunto dignità di farmaco importante.

L'esperienza è stata bella, vedere quella scatola riempirsi dà soddisfazione, vi sfido a mettervi in gioco per portare a casa una bella storia da raccontare ai nipoti: candidatevi per il prossimo anno!

Intanto, potete spulciare sul sito del Banco Farmaceutico tutto quello che si può fare semplicemente andando in farmacia: http://www.bancofarmaceutico.org/.

Alla prossima!





sabato 19 agosto 2017

Back home - Il ritorno a casa (Staycation, as they say)

Eccoci qua, a casa.

Siamo tornati lunedì, il 14; la città era vuota, i negozi erano chiusi... ci siamo rifugiati in un supermarket ed abbiamo comprato il minimo indispensabile per sopravvivere qualche giorno.

Negli occhi e nel cuore, ancora la vacanza appena trascorsa: il castello di Lincoln con le sue mura di cinta; il bioparco di Woodside con i rapaci, i rettili ed i lupi siberiani; le spiagge di Cleethorpes e la partita di ben 18 minuti sotto una pioggia torrenziale; il panico di arrivare tardissimo a Londra, e trovare una zona che non avevamo mai visto e che abbiamo subito amato.

I giorni a casa però, ci hanno regalato anche le sensazioni piacevolissime di quella che gli anglofoni chiamano "staycation", cioè la vacanza a casa. 
I ritmi lenti, gli orologi abbandonati, le gite a trovare i nonni, le cene in terrazzo e le serie su Netflix... tra poco finirà, ma ci ricorderemo di quanto è bello stare insieme, non importa se in terre lontane o tra le mura di casa.
Senza avere paura di non riuscire a prenotare nulla per le prossime ferie: c'è sempre la staycation! 😉




Here we are, at home.

We came back on monday, the 14th; the city was empty, shops closed... we found remedy in a supermarket, buying the minimum to survive for some days.

In our eyes and in our heart, still the holiday just finished: Lincoln Castle and its walls; Woodside Park with the birds of prey, the reptiles and the white wolves; Cleethorpes' beaches and the 18 minutes football match under a torrential rain; the frantic panic arriving very very late in London, only to find a still unknown area to love immediately.

Days at home though, have given us also the enjoyable feelings of "staycation".
Slow rythms, wrist watches forgotten somewhere in the bedroom, the trips to see grandparents, dinners on the terrace and Netflix TV series... shortly, it will come to an end, but we'll keep in mind how amusing is being together, no matter if in foreign territories or at home.
We are not afraid of not being able to book anything for next holidays: there's always staycation!😎

domenica 13 agosto 2017

Londra all'improvviso

All'improvviso siamo a Londra.
Beh, non proprio all'improvviso viste le 4 ore di coda in autostrada 😩
Greenwich era ancora sconosciuta, quindi abbiamo deciso di dedicarci a lei, e di rilassarci. Oggi è l'ultimo giorno di vacanza, quindi "take it easy" è il mantra dominante.
Godiamocela! 


Suddenly we are in London.
Well, not so suddenly, after 4 hours queuing on the motorway 🙄
Greenwich was still unknown to us so yes, we decided to stop and get to know it. 
This is our last day of holiday, so "take it easy" is our mantra.
Let's enjoy!


mercoledì 9 agosto 2017

Grimsby vs. Derby

Doveva essere la serata della riscossa: avremmo preso i nostri biglietti e saremmo andati a Blundell Park per vedere l'epilogo della partita che si sarebbe dovuta svolgere ieri sera e che invece è letteralmente naufragata.

Invece no, la partita è stata rimandata al 22 agosto, data in cui noi saremo già tornati a casa 🙄

Eravamo convinti di aver speso un bel po' di sterline per soli 18 minuti di partita, quando chiacchierando col barista della caffetteria del Grimsby Fishing Heritage Centre, questo ci ha detto che ce lì avrebbero rimborsati.... ed è andata proprio così!

Ah!, che bella l'Inghilterra... ☺️



This should have been the rescue night: we would have taken our tickets and go to Blundell Parkto see the epilogue of the match that should have been played yesterday night but that was literally wrecked by tons of water.

But no, the match has been postponed to August 22nd, when we'll be back home.
We were convinced to have spent a nice amount of pounds for just 18 minutes of match, but chatting to the cafeteria boy in Grimsby Fishing Heritage Centre, he told us that the tickets would be reimbursed... and so it went! 

Ah, I so love England! 👏🏻

It's only rain

È solo pioggia, cantavano stasera i tifosi del Grimsby e del Derby durante la partita.
L'arbitro infatti, dopo un consulto con i mister ed i rappresentanti delle due società, ha interrotto la partita per le avverse condizioni atmosferiche.
Se vi state chiedendo se fosse il caso, beh, diciamo che sembrava una partita di pallanuoto 🤽‍♂️
Speriamo di tornare domani sera al Blundell Park, per vedere come va a finire.
It's England! 🤷🏼‍♀️









That's what the supporters were singing when the referee decided to stop the match between Grimsby and Derby tonight.
Don't be doubtful, it seemed more like water polo than football... we hope we'll be able to go back tomorrow and see how it's going to end... 
You know, it's England!